indietroindice Etnofarmacologia CACTUS NARCOTICI ED ALLUCINOGENI
 
Web www.mexicoart.it

Etnoarmacologia
CACTUS NARCOTICI ED ALLUCINOGENI
del CONTINENTE AMERICANO

Sentiti ringraziamenti al Prof. Giovanni Pierini, Università di Bologna, per la cortese disponibilità. Descrizioni tratte da www.sanita.unibo.it


Foto: Giardino Botanico di San Miguel de Allende dedicato alle Cactacee, stato di Guanajuato, Messico Centrale


Innesto di peyote su Trichocereus, Guanajuato, Messico Centrale


Messico Centrale, sullo sfondo la " Peña"


Messico Centrale


Messico Centrale


Museo de Antropologia


Il cactus si trova anche nello stemma del Messico


CACTACEE
LISTA ALFABETICA


Ariocarpus

Habitat: Texas, New Mexico, Messico settentrionale.
Descrizione: sono piante di bassa statura, con grandi tubercoli duri, piccoli fiori centrali di colore bianco, porpora, rosa e carnosa radice a fittone. Crescono su suoli calcarei, pietrosi e argillosi. Alcuni studiosi considerano Roseocactus e Neogomesia dei sottogeneri di Ariocarpus.



Ariocarpus agavoides

Questo peyote è conosciuto dalle popolazioni locali come "magueyitos" (piccola agave) ed a volte viene raccolto e mangiato dai bambini per il suo dolce sapore.
N,N-dimethyl-4-hydroxy-3-methoxyphenethylamine, N-methyl-3,4-dimethoxyphenethylamine, Hordenine



Ariocarpus fissuratus v. lloydyi

Benché non contenga mescalina è considerato dai Tarahumara più potente della L. williamsii e lo usano come narcotico e pianta magica. Viene assunto spesso sotto forma di una bevanda che si dice renda incapaci i ladri di rubare. Usato anche come rimedio contro la febbre e per alleviare i dolori reumatici. E' spesso chiamato "sunami," "hikuli sunami," "chautle," "peyote cimarron" (peyote selvatico), o "living rock" (roccia vivente), ed è considerato uno dei falsi peyote.
Hordenine, N-methyltyramine, N-methyl-3,4-dimethoxyphenethylamine



Ariocarpus kotschoubeyanus

Chiamato "pezuna de venado" (zoccolo del cervo) o "pata de venado" (piede di cervo). Questi nomi sono interessanti non solo perché dovuti alla forma dei tubercoli, ma anche perché in relazione con il cervo, uno dei simbolismi della L. williamsii, l'originale peyote.
Hordenine N-methyltyramine



Ariocarpus retusus

Gli Huichol classificano questa specie come un "falso peyote" a causa dei suoi indesiderabili effetti, dicono che è una pianta maligna che se ingerita porta alla pazzia e che può anche causare follia permanente. E' chiamato "chautle" o "chaute."
Hordenine N-methyltyramine N-methyl-3,4-dimethoxyphenethylamine
N-methyl-4-hydroxyphenethylamine N-methyl-4-methoxyphenethylamine Retusin (3,3,4,7-Tetramethoxy-5hydroxyflavone)



Astrophytum asterias

"Peyotillo"



Astrophytum capricorne

"Peyotillo," "beznaga de estropajo" (simile ad una carota).



Astrophytum myriostigma

"Peyotillo," "peyote cimarron," "mitra," o"birrete de obispo" (cappello del vescovo).Risultato positivo all'esame alcaloidico; inedito.



Aztekium ritterii

Generalità: questo genere comprende soltanto due specie di cactaceee originarie del Messico. Hanno crescita molto lenta e gli esemplari negli anni possono raggiungere i 15-20 cm di diametro, producendo anche molti germogli laterali; hanno corpo globoso, di colore grigio-verde, con 9-11 costolature, di cui le più pronunciate portano piccole areole con spine bianche che si staccano con il passare degli anni. In estate producono fiori tubolari bianchi o rosati, generalmente in zona apicale. Questi cactus non sono molto comuni poiché la coltivazione è abbastanza difficile e la crescita è lentissima (da giardinaggio.it).
Un cactus molto interessante privo di informazioni etnobotaniche. "Peyotillo."
N-methyltyramine Hordenine Anhalidine Mescaline, N,N-3,4dimethoxy PHA, Pellotine, 3-methoxytyramine



Carnegiea gigantea

Chiamato Saguaro. Pur essendo una portatrice di molti interessanti alcaloidi non è nota per un uso come allucinogeno o narcotico, ma è famosa per i suoi medicamentosi utilizzi, uno dei quali è per combattere i reumatismi. I frutti vengono utilizzati sia come cibo, sia per farne una specie di vino (winemaking).
3 3-methoxytyramine, 3,4-dimethoxyphenethylamine, 3,4 dimethoxy-5-hydroxyphenethylamine
3,5 dimethoxy-4-hydroxyphenethylamine, Arizonine, Dopamine, Heliamine, Heliamine, dehydro Mescaline
Tyramine Carnegine Gigantine (5-hydroxycarnegine) Salsolidine (Norcarnegine) Salsolidine, dehydro



Coryphantha compacta

Questa specie è considerata una sorta di peyote. Ingerito dagli sciamani come una potente medicina, che è sia rispettata che temuta. "Bakana," "Bakanawa," "Hikuli," "Wichuri."



Coryphantha elephantidens

Questa specie, e le altre segnate come "comunicazione personale," sono state trovate da una mia conoscenza in un mercato di Città del Messico ed venivano chiamate peyote dai rivenditori. Con un po' di diffidenza il mio conoscente dice che e' possibile, in Messico, che alcuni chiamino peyote generalmente tutti i cactus. Referti chimici ed il fatto che siano vendute al mercato possono essere indicatori del suo uso medicinale. Comunicazione personale
Hordenine N-methyltyramine N-methyl-3,4-dimethoxyphenethylamine
N-methyl-4-methoxyphenethylamine Macromerine Synephrine 4-methoxy-(-hydroxyphenethylamine



Coryphantha macromeris

Stando a quanto si dice, viene usato come un tradizionale allucinogeno. "Donana."
Macromerine Normacromerine



Coryphantha macromeris v. runyonii

Usato nel Nord del Messico. Conosciuta anche come C. runyonii, considerata Lepidocoryphantha in passato. "Donana." (edizione del 1980)
Hordenine Macromerine N-methyl-3,4-dimethoxyphenethylamine Normacromerine
N-formylmacromerine N-formylnormacromerine N-methyl-4-hydroxytyramine
N-methyl-4-methoxyphenethylamine Metanephrine N-methylmetanephrine N-methyltyramine
Synephrine Tyramine Coryphantha palmeri


Dolichothele spp.

Alcune specie di Dolichothele sono sinonimi o sono passate al genere Mammillaria.



Dolichothele longimamma

Dolichothele longimamma, meglio conosciuta come Mammillaria longimamma. "Peyotillo."
Normacromerine Synephrine
N-methyl-4-methoxy-b-hydroxyphenethylamine; 6-hydroxy-2-methyl-1,2,3,4,-tetrahydroisquinoline
(longimammosine) 8-hydroxy-2-methyl-THIQ (longimammidine)
6-methoxy -THIQ (longimammatine) 4,8-dihydroxy-2-methyl-THIQ (longimammamine)


Echinocactus spp.

L'accenno a questo genere nella prima letteratura può essere un equivoco nella nomenclatura passata.



Echinocactus grusonii

Il comune cactus "Barile dorato". Essendo venduto nei mercati come peyote, può suggerire un suo uso medicinale.



Echinocactus visnaga

Questo cactus barile potrebbe essere il peyote Huicol conosciuto come "aikutsi". Il succo di questa specie si dice che vada mescolato con il peyote e ingerito, per prevenire le intossicazioni. La sua identificazione provvisoria come "falso peyote" è stata suggerita da James Bauml del Los Angeles County Arboretum.



Echinocereus salm-dyckianus

Un "falso peyote" a volte chiamato "pitallito" o "hikuri" e che è considerato più leggero degli altri peyote. Si dice che dia "alte capacità mentali". Viene cantato dai non appena viene raccolto.



Echinocereus triglochidiatus

Un "Pitallito" che dona "alte capacità mentali". L'E. salm-dyckianus viene 'cantato' durante la raccolta. Di questo debole "falso peyote" si è pensato, in passato, producesse un derivato della "tryptamine" (Schultes e Hofmann, 1992), ma studi chimici pubblicati hanno localizzato solo N,N-dimethylhistamine.
N, N-dimethylhistamine



Epithelantha micromeris

Apprezzato dai Tarahumara come narcotico che si dice "fa gli occhi grande e schiarisce la vista prolunga la vita e da velocità ai corridori." Viene ingerito anche come eccitante e protettore dei corridori. Stando a quanto si dice può guidare pazzi malvagi o può gettarli dai dirupi. Considerato un "falso peyote", spesso è chiamato "hikuli mulato", il "peyote scuro e scuoiato."
Tyramine N-methyltyramine Hordenine 3-methoxytyramine 3,4-dimethoxyphenethylamine
N-methyl-3,4-dimethoxyphenethylamine



Lophophora diffusa

Sebbene apparentemente considerato un peyote manca di informazioni etnobotaniche riguardo qualsiasi suo uso.
Hordenine Pellotine Anhalinine Anhalonidine Isopellotine N-methylmescaline O-methylpellotine.



Lophophora williamsii

Molti libri e articoli coprono tutti gli aspetti di storia e di etnobotanica di questo cactus. Tutti i riferimenti elencano questa specie come "peyote".
3,4-dihydroxy-5-methoxyphenethylamine; 3,4-dimethoxyphenethylamine; 3-demethylmescaline
3-hydroxy-4,5-dimethoxyphenethylamine ; 3-hydroxy-4-methoxyphenethylamine
4-hydroxy-3-methoxyphenethylamine; 5-hydroxy-3,4-dimethoxyphenethylamine
Anhalamine Anhalidine Hordenine Isoanhalamine Isopellotine Lophophorine Mescaline e derivati lattoni;
N,N-dimethyl-3-hydroxy-4,5-dimethoxyphenethylamine
N,N-dimethyl-4-hydroxy-3-methoxyphenethylamine
N-acetyl-3-demethylmescaline N-acetylanhalamine N-acetylmescaline N-formyl-3-demethylmescaline
N-methyl-3-hydroxy-4,5-dimethoxyphenethylamine N-methyl-4-hydroxy-3-methoxyphenethylamine
N-methylmescaline N-methyltyramine Pellotine Peyonine Tyramine Dopamine.


Mammillaria spp.

Considerate i più importanti "falsi peyote" dai Tarahumara. Usate per ottenere allucinazioni visive che sono caratterizzate da colori brillanti. Si dice che faccia compiere grandi distanze durante il sonno. La pozione della cima della pianta despinata è considerata la parte più potente.


Mammillaria craigii

Questo "peyotl" è conosciuto ai Tarahumara come "wichuri" o "Peyote de San Pedro." Occasionalmente viene arrostito o usato per lavare i tessuti intimi.



Mammillaria grahamii

Usato dagli sciamani in speciali cerimonie. Si dice che anche i frutti abbiano effetti.



Mammillaria grahamii v. oliviae

Questo peyote è spesso chiamato "hikuri."



Mammillaria heyderi

"Mammillaria heyderi è una specie poco discussa, che è riportata di essere usata dai Tarahumaras. Noi abbiamo prima incontrato questa specie nel dizionario Tarahumara-Inglese compilato dall'esploratore svedese Ivar Thord-Gray. Discutendo di stregoneria e di magia nera fra i Tarahumaras, Thord-Gray scrive che 'solo lo sciamano è umeru-ame (potente) abbastanza per localizzare maghi e streghe. Perciò farà una medicina da wichu-ri-ki, cactus-palla, cactus, che è assai temuto per i suoi poteri magici. Questa medicina renderà chiare le sue visioni. Non importa se il suku-ru-ame (mago o strega) è ignoto, lo sciamano può tranquillamente vederlo. Questo cactus viene usato non solo per riconoscere gli stregoni o approvvigionare cibo, ma è usato anche come una medicina per guarire o alleviare il mal di testa. 'Dopo che le spine sono state rimosse, la pianta viene tagliata in due o più pezzi e arrostita per alcuni minuti, e poi parte della sostanza viene spinta dentro l'orecchio'... (Questo) è provato da Bennett& Zingg, che descrivono lo stesso sistema di arrostimento del cactus prima che ' il centro molle sia spinto nell'orecchio nel caso di mal d'orecchie o di sordità'. Thord-Gray riporta anche che wichu-ri-ki è una importante medicina che prolungherà la vita, 'facendo il piede leggero e accrescendo la velocità dei corridori in una gara'. Il nome Tarahumara per i cactus elencati da Bennett& Zingg è witculiki. Witculiki e wichu-ri-ki sono riferiti possibilmente a wichuwa-ka, che significa 'pazzo, demente, matto, alienato, ecc. (Bruhn e Bruhn, 1973). Noto in spagnolo come "biznaga de chilillos", con rossi frutti commestibili chiamati "chilitos". Questa specie, ed altre Mammillarie contenenti lattice sono spesso vendute nelle bancarelle di medicinali in Messico e sono usate come cure tradizionali popolari. M. applanata, M. hemisphaerica e M. Meiacantha sono generalmente scambiate per M. heyderi.
N,-methyl-3,4-dimethoxyphenethylamine


Mammillaria longimamma

Questo cactus è spesso chiamato "peyotillo" o "peotillo." Conosciuto anche come Dolichothele longimamma (vedi sopra).



Mammillaria pectinifera

"Peyotillo", "cochinito" (maialino). Mammillaria pectinifera e Solisia pectinata sono sinonimi. Mammillaria pectinifera è il più recente tra i due nomi.



Mammillaria senilis

Sinonimo di Mamillopsis senilis. Considerato sacro.


Neoraimondia macrostibas

Usata nella bibita allucinogena "cimora" fatta dal T. pachanoi. Gli alcaloidi di questa specie sono sconosciuti ma simili a quelli di N. arequipensis.
3,5-Dimethoxy-4-hydroxyphenethylamine and
3,4-Dimethoxyphenethylamine.



Obregonia denegrii

"Peyotillo," "obregona," "obregonita". Questo cactus è conosciuto come un peyote, dovuto agli studi chimici di B. P. Reko che trovò che conteneva alcaloidi simili a quelli di ben conosciuti Ariocarpus. Solo da questi dati viene l'affermazione che O. denegrii sia una specie di peyote. Estratti di questo cactus hanno mostrato di possedere una attività antibiotica.
Hordenine Tyramine N-methyltyramine.



Pachycereus pecten-aboriginum

Una pianta dai molteplici usi dalla quale il succo dei giovani articoli viene assunto dai Tarahumara per fare la bibita narcotica "Cawe," "Chawe," o "Wichowaka" (follia). La bibita causa vertigini ed allucinazioni visive. E' usato anche per puri scopi medicinali. L'affine P. weberi contiene più di 30 differenti alcaloidi.
3, 5, 8 3,4-dimethoxyphenetylamine
Salsolidine 3-hydroxy-4-methoxyphenethylamine 4-hydroxy-3-methoxyphenethylamine
Arizonine Carnegine Heliamine Isosolsoline Solsoline.



Pelecyphora aselliformis

Un ben noto peyote conosciuto spesso come "peote," "peyotillo," "peotillo," "piote," e "peyote meco." Una piante medicinale venduta nei mercati medicinali di San Luis Potosi come cura contro la febbre o usata contro i dolori reumatici. Alcuni estratti mostrano una attività antibiotica.
Anhalidine Hordenine Tyramine N-methyltyramine Phenethylamine N-methylphenethylamine
4-methoxyphenethylamine N-methyl-4-methoxyphenethylamine 3,4-dimethoxyphenethylamine
N-methyl-3,4-dimethoxyphenethylamine Mescaline N-methylmescaline Pellotine
N,N-dimethyl-3-hydroxy-4,5-dimethoxyphenethylamine 3-dimethyltrichocereine.



Pelecyphora psuedopectinata

Considerato una specie di peyote dai nativi di Tamaulipas, ma non generalmente riferito come tale. Trovato privo di relazioni vicine a P. aselliformis e potrebbe essere trasferito in un genere diverso.
Hordenine



Solisia pectinata

Questa classificazione della specie come "peyotillo" può essere dovuta alla sua errata identificazione come Pelecyphora, un ben noto peyote. Non si conoscono storie documentate del suo aborigeno uso. "Cochinito" (piccolo maiale). Questa specie è diventata più conosciuta come Mammillaria pectinifera.
N-methyltyramine
Hordenine



Strombocactus disciformis

Una specie ben nota di peyote di cui l'analisi chimica e la successiva pubblicazione è di gran lunga in ritardo.Risultato positivo al test alcaloidico. Inedito.



Trichocereus bridgesii

(dal sito giardinaggio.it)
Origine: Bolivia.
Fusto: a portamento colonnare può raggiungere più di due metri di altezza, ha un colore verde - grigio chiaro, ed è ricoperto da una pruina cerosa bluastra. I fusti hanno da quattro a otto costolature, su cui sono presenti areole grigio - lanose che hanno due - sei spine radiali giallastre, l'inferiore delle quali lunga circa quattro centimetri e ricurva verso il basso. L'apice dei rami è rotonda.
I fiori: sono bianchi a forma di campanula, sbocciano durante la notte nella parte superiore del fusto. Fiorisce d'estate.
Esposizione: in pieno sole.
Innafiature: moderate ma frequenti per tutta l'estate e durante la fioritura.
Da sospendere in inverno se la pianta si trova in ambiente riscaldato.
Fertilizzazione: da aprile a settembre si somministra un fertilizzante liquido con l'acqua delle irrigazioni ogni tre quattro settimane.
Propagazione: la semina avviene in marzo aprile in un composto per cactacee che va tenuto all'umido e all'ombra fino alla germinazione.
Possono essere usati i germogli basali tagliati dalla pianta madre. Si lasciano asciugare solo se non presentano radici, quindi si ripiantano tenendo il terriccio asciutto per due tre settimane.
Terreno: miscuglio di terriccio con sabbia grossa o composta per catacee.
Parassiti e malattie: temono le cocciniglie farinose. (...)

3-Methoxytyramine 3,4-dimethoxyphenethylamine 3,4-dimethoxy-5-hydroxyphenethylamine Tyramine 3,5-dimethoxy-4-hydroxyphenethylamine Mescaline



Trichocereus macrogonus

3-Methoxytyramine 3,4-dimethoxyphenethylamine 3,4-dimethoxy-5-hydroxyphenethylamine Tyramine 3,5-dimethoxy-4-hydroxyphenethylamine Mescaline



Trichocereus pachanoi

Trichocereus pachanoi è spesso conosciuto come il cactus di San Pedro. Il suo antico uso è stato alterato dall'integrazione di temi cattolici e credenze pagane. E' usato ancora oggi dai curanderos nativi in Perù, Bolivia, ed Ecuador. Spesso fatto in una bibita allucinogena, la "cimora", che può includere anche Iresine, Datura, Pedilanthus tithymaloides ed Isotoma longiflora. Frequentemente viene aggiunto il Tropano contenuto nella Brugmansia aurea o in B. sanguinea.
1, 2, 3, 5, 8, 3-methoxytyramine; 3-demethylmescaline; 3-hydroxy-4,5-dimethoxyphenethylamine
3,4-dimethoxyphenethylamine; 3,4-dimethoxy-5-hydroxyphenethylamine
Hordenine Mescaline Tyramine Pellotine.



Trichocereus peruvianus

Studi chimici indicano che il T. peruvianus generalmente contiene livelli di mescalina simili a quelli della L. williamsii, ma il livello di alcaloidi varia da cactus a cactus. NAU
Tyramine 3-Methoxytyramine Mescaline 2-chloromescaline 3-4-dimethoxyphenethylamine
4-hydroxy-3-5-dimethoxyphenethylamine


Trichocereus werdemannianus

3-methoxytyramine 3,4-dimethoxyphenethylamine 3,4-dimethoxy-5-hydroxyphenethylamine
3,5-dimethoxy-4-hydroxyphenethylamine Mescaline Tyramine



Trichocereus validus

In questa specie è stato trovato un ricco contenuto di alcaloidi, il 50% dei quali è mescalina. NAU
Mescaline



Turbinicarpus pseudomacrochele

Questo cactus può aver guadagnato il nome "peyotillo" semplicemente a causa di asserzioni che dicevano che nell'area di Queretaro cresce un'altra specie di peyote oltre alla Lophophora diffusa ed allo Strombocactus disciformis, due noti peyote.
Hordenine



Turbinicarpus pseudopectinatus

I riferimenti di Anderson a questa specie come peyote sono gli unici trovati. Necessita di uno studio chimico.


APPENDICE 1


BROMELIACEAE

Tillandsia mooreana

LEGUMINOSAE

Rhynchosia longeracemosa

ORCHIDACEAE

Bletia campanulata, Cranichis speciosa, Oncidium longifolium

CRASSULACEAE

Cotyledon spp. , Cotyledon caespitosa

COMPOSITAE

Cacalia spp. , Cacalia cordifolia , "Peyotl Xochimilcensi" , Cacalia decomposita , Senecio spp. ,
Senecio albo-lutescens , Senecio calophyllus , Senecio cervariaefolius, Senecio elatus, Senecio grayanus , Senecio hartwegii , Senecio ovatifolius , Senecio petasitis , Senecio tolucanus.

SOLANACEAE

Datura meteloides oltre ad essere una specie di peyote è anche considerata una delle tre piante di Solanaceae tossiche note come "Kieri" fra gli Huichol. Numerose Datura e la relativa Brugmansia, sono usate in tutto il mondo in medicina (come un analgesico, per esempio), ed in rituali collettivi, o in divinazioni individuali, per comunicazione con le divinità. Dai Tarahumara la pianta è usata come un additivo ad una bevanda cerimoniale a base di granturco conosciuta come "tequino". E' creduta abitata da spiriti maligni. Datura meteloides è meglio nota come D. inoxia.


APPENDICE 2


Hops e Damiana come fonte di analoghi del THC.

Ciò pone in evidenza il problema di come molte piante possano dare effetti di modificazione del SNC, e di come di molte si sappia ben poco, tanto che alcuni prodotti di estrazione considerati illegali possono essere assunti dalle piante originali, considerate legali ( Legal Highs', Greenham and Gotto, 1981).


Psylocibe, Conocybe

La psilocibina è rapidamente convertita poco dopo l'assunzione in psilocina; gli effetti sono simili a quelli dell'LSD ma più controllabili o indirizzabili; errori possono determinarsi per sostituzione del fungo con altri simili. La dose è di 20-50 piccoli funghi essiccati; l'effetto è maggiore se i funghi sono bolliti in una zuppa per 10'. Gli effetti compaiono dopo circa 15'e permangono fino a sei ore. In USA sono attivi protocolli terapeutici e di auto-analisi con funghi allucinogeni.


Amanita muscaria

Agarico. L'uso è pericoloso, e a basse dosi oltre gli effetti allucinatori compaiono anche disturbi del periferico, del tono muscolare, convulsioni, amnesia e coma. Il fenomeno dell'ergotismo, ovvero della vasocostrizione periferica, può portare a gangrene delle estremità. La morte può intervenire per paralisi respiratoria.


Ipomea violacea

Contiene derivati dell'LSD, ma l'effetto risultante più che euforico è di tipo narcotico. Sono presenti anche derivati dell'ergotamina.

ARGOMENTI CORRELATI

LA Rivoluzione Psichedelica
di Matteo Guarnaccia

L'uomo dell'LSD: Albert Hofmann

Huichol

Trance e Sciamani

Sciamanismo

Il sacro peyote

Cactus narcotici

I funghi sacri

Funghi Psilocybe

 

indietroindice